1. IMPATTO DELLA RIFORMA SULLA GESTIONE DEGLI ENTI DEL TERZO SETTORE (ETS)

  • Criticità e opportunità
  • Adempimenti giuridici
  • Adempimenti fiscali
  • La rendicontazione sociale
  • Il ruolo del fundraising e del crowdfunding
  • Le sfide della finanza sociale: prodotti e servizi

Testimonianze
Bisogni ed esperienze del territorio toscano e le nuove sfide per il mondo delle cooperative sociali


2. COMUNICAZIONE E MARKETING PER IL TERZO SETTORE

  • Il nuovo approccio al Marketing ed alla comunicazione per il Terzo settore
  • Il Terzo Settore nel mercato: strategie e piani per una comunicazione orientata alla missione e al fundraising
  • L’importanza della brand reputation e della gestione delle crisi
  • Il matching tra mondo profit e non profit: un’alleanza strategica
  • Il ruolo di un sito web e la sua realizzazione
  • Digital fundraising e crowdfunding: strategie digitali, search engine marketing, ottimizzazione del sito web, e-mail marketing e social media

Testimonianze
L’impegno e i progetti delle imprese toscane nel sociale e nella cultura.
Il Terzo settore verso la rivoluzione digitale.

3. NUOVE PROFESSIONALITÀ PER IL TERZO SETTORE

  • La rilevanza delle soft skills per la comunicazione sociale del Terzo settore
  • L’empowerment e il coaching individuale e di gruppo
  • Competenze e gestione dei rapporti con gli stakeholder

Testimonianze: Analisi dei bisogni relative al Terzo Settore in Toscana.
La figura del fundraiser in Italia.

4. LA VALUTAZIONE DELL’IMPATTO SOCIALE (VIS) COME ELEMENTO DI ANALISI E DI VALUTAZIONE DELLE ATTIVITÀ DEGLI ETS

  • Linee guida per la Valutazione dell’impatto sociale (VIS)
  • Criteri ed applicazioni
  • Rilevanza della VIS per partecipare a bandi nazionali ed europei
  • Progettazione europea: un’opportunità di finanziamento e crescita per il Terzo Settore

I moduli saranno trattati con analisi e valutazione dei bisogni delle organizzazioni partecipanti, con lavoro di gruppo e con strumenti di verifica dell’efficacia e dell’efficienza dei risultati.  I destinatari lavoreranno in équipe multidisciplinari con docenti, esperti di settore e testimoni e saranno sollecitati in termini di soft skill, problem solving e critical thinking. Il contributo dato dal percorso formativo mira all’accrescimento delle competenze per supportare uno specifico inserimento lavorativo e un miglior percorso di carriera dei destinatari nell’ambito del Terzo Settore.
 Attraverso una prospettiva professionalizzante si tenterà, infatti, di innestare un efficace-efficiente collegamento tra l’esperienza accademica degli studenti dell’Università di Siena (laureandi, dottorandi e laureati in cerca di occupazione) e le realtà produttive territoriali e regionali del Terzo settore.

Come risultato si prevede un miglioramento del livello di occupazione grazie all’attività teorica che permetterà lo sviluppo di competenze e maggiore consapevolezza del Terzo Settore e del proprio profilo curriculare. Un percorso che punta allo sviluppo di conoscenze e capacità specifiche richieste dal mercato del lavoro e, attraverso l’attività di analisi e studio di casi concreti (approccio problem solving), garantisce un incentivo allo sviluppo di start up giovanili con vocazione sociale con specifiche competenze trasversali e tecnico professionali, che potranno costituirsi a seguito della formazione professionale acquisita.
Inoltre, le partnership e i patrocini con soggetti delle Istituzioni e del Terzo Settore, grazie all’attivazione di stage, garantiranno un’ulteriore possibilità di inserimento lavorativo e/o di crescita della propria esperienza.
Sono attualmente in corso o in via di definizione eventuali e ulteriori accordi di partenariato con soggetti pubblici e privati collegati con le tematiche trattate.